Con una piccola donazione mensile, contribuisci a sostenere progetti di emergenza o di sviluppo dell'UNHCR. 

Leggi le informazioni sulle nuove normative UE sul RID

Scopri come diventare dialogatore UNHCR e invia il tuo social CV!

Regali solidali UNHCR: magliette, agende, borsine e bomboniere. Scopri tutti i dettagli!

Scarica il rapporto annuale 2012!

Clicca qui per scaricare la racolta di buone prassi relative al progetto Praesidium

Sei in: Notizie / Aggiornamenti / Mondo

COSTA D’AVORIO: 150MILA IN FUGA NEI PAESI VICINI

Share |

08 aprile 2011



Prevale l’incertezza sull’esito della crisi politica, in Costa d’Avorio, e migliaia di persone continuano a fuggire verso i paesi limitrofi. Finora quasi 150mila in diversi paesi dell’Africa occidentale.

La maggior parte dei rifugiati - 135mila - si trova in Liberia. Nella sola giornata di mercoledì, secondo le stime, oltre 4.500 ivoriani sono entrati nella contea di Maryland, nel sudest del paese. Due riportavano ferite da arma da fuoco e sono stati trasferiti in ospedale. Alcuni hanno raccontato di essere fuggiti a causa degli scontri esplosi nella città costiera di Tabou, oltre il fiume Cavally. Altri invece dopo aver appreso del massacro di oltre 800 persone a Douékoué, 150 chilometri più a nord.

Gli operatori dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) hanno parlato con gruppi di rifugiati. Apparivano visibilmente stanchi, affamati ed esausti. Sono arrivati in Maryland percorrendo il bush a piedi, attraversando il fiume Cavally in canoa o anche via mare. Alcuni raccontano di aver visto cadaveri durante il loro tragitto.

Lo staff UNHCR attivo nella contea di Maryland riesce a sentire i pesanti bombardamenti in corso in Costa d’Avorio, oltre il fiume Cavally.

Ma infuriano i combattimenti anche ad Abidjan, capitale commerciale della Costa d’Avorio. Sempre di più i civili in fuga verso il Ghana. Con i circa duemila della scorsa settimana, il totale adesso è salito a 7.200. Per accogliere i rifugiati, dopo il campo di Ampain vicino alla frontiera, è stato aperto un secondo campo – Kassap. La settimana scorsa l’UNHCR ha trasferito 446 rifugiati al campo.

Ancora più a est, un’altra via di fuga è verso il Togo. Negli ultimi giorni, circa duecento gli ivoriani arrivati ogni giorno nel paese. Il totale è arrivato a quota 2.300. Dall’inizio della crisi che lo scorso novembre ha fatto seguito delle elezioni in Costa d’Avorio, sono dodici i paesi della regione che hanno accolto i rifugiati ivoriani.




Dona online

Restaci vicino! Iscriviti alla e-newsletter




Informativa art. 13, d. lgs 196/2003
autorizzazione al trattamento dei dati

I tuoi dati saranno trattati, con modalità prevalentemente elettroniche, da UNHCR - titolare del trattamento -
Via A. Caroncini 19, 00197 Roma (RM), per l'invio dell'e-newsletter richiesta, che contiene informazioni sui nostri progetti,
iniziative e attività di raccolta di fondi. Responsabile del trattamento è: ContactLab S.r.l. Sede legale: Via Natale Battaglia, 12 - 20127 Milano.
I dati saranno trattati per i predetti fini dagli incaricati preposti al servizio sostenitori e marketing, alla raccolta di fondi,
ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell'art. 7, d. lgs 196/2003, si possono esercitare i relativi diritti
fra cui consultare, modificare, cancellare i dati od opporsi al loro trattamento per invio di materiale informativo o richiedere
l'elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento, scrivendo al titolare al suddetto indirizzo postale o inviando un'e-mail a itarodon@unhcr.org.

 
  RSS