Rappresentante regionale per il Sud Europa

Il lavoro dell’UNHCR viene coordinato a livello locale da una serie di Uffici regionali, gestiti da Rappresentanti Regionali che svolgono funzioni di Delegati dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati.

L’Ufficio dell’UNHCR di Roma agisce come Ufficio di Rappresentanza Regionale per i Paesi del Sud Europa, inclusi Italia, Cipro, Santa Sede, Malta, Spagna, Portogallo e San Marino, secondo una strategia regionale.


Da Febbraio 2018 Pedro Felipe Camargo è il nuovo Rappresentante Regionale per il Sud Europa dell’UNHCR.

Di nazionalità colombiana e australiana, Camargo succede allo svizzero Stephane Jaquemet, che ha ricoperto l’incarico dal 2015.

Nato nel 1963 a Bogotà, in Colombia, è un avvocato della Universidad Javeriana di Bogotà. Ha conseguito un master in Post Recovery Studies presso la York University (UK) e un diploma post-laurea presso la National University of Australia sulla gestione delle risorse ambientali.

Ha iniziato la sua carriera umanitaria come Emergency Desk Officer per CARE Australia nel 1991 e da allora ha lavorato nel campo umanitario, dello sviluppo e della protezione nei cinque continenti. È entrato a far parte dell’UNHCR nel 1994 e ha lavorato in Mozambico, Afghanistan, Myanmar, Guatemala, Pakistan oltre ad aver supportato molte altre operazioni in tutto il mondo. È stato Senior Program Officer per il CERF in OCHA nel 1996/7 e Head of Desk nelle Relazioni con i donatori per UNICEF a New York nel 2010. Camargo è tornato all’UNHCR all’inizio del 2013 con il ruolo di Principal Emergency Coordinator presso la sede centrale. Ha lavorato a stretto contatto con le operazioni sul campo in Libano, Camerun, Nigeria, Sud Sudan, Uganda e Tanzania. Camargo è stato Principal Emergency Coordinator (2015/2016) nella Divisione di Emergenza, Sicurezza e Approvvigionamento (DESS) e Vice Direttore (2017) della stessa Divisione.

Parla correntemente inglese, francese, spagnolo, portoghese e italiano.

Per approfondire, vedi anche dove siamo.