Approvata legge su accoglienza e protezione dei minori stranieri non accompagnati in Italia  

Pubblicato il 30 marzo 2017 alle 14:57

 

 L’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime soddisfazione per l’approvazione definitiva della legge contenente disposizioni in materia di protezione dei minori stranieri non accompagnati.

La nuova legge segna un passo in avanti importante nella protezione dei minori in Italia, contribuendo ad armonizzare la normativa e consolidando principi e procedure essenziali.

Questo dispositivo normativo sancisce, in particolare, il divieto di respingimento e regolamenta il rilascio del permesso di soggiorno per minore età, istituisce il sistema informatico nazionale per tutti i minori non accompagnati, dispone l’uso della cartella sociale, disciplina importanti aspetti relativi all’istituto della tutela valorizzando buone prassi e favorendone l’efficacia, interviene sul sistema di accoglienza nonché sulla delicata fase della transizione alla maggiore età.

L’UNHCR auspica che questa legge, attraverso una sua pronta e attenta applicazione, contribuisca a rafforzare il sistema di protezione dei minori separati e non accompagnati in Italia, accrescendo l’effettivo rispetto dei loro diritti a partire dal principio del superiore interesse del minore, nonché ad assicurare l’effettiva capacità del sistema d’accoglienza dedicato ai minori di rispondere in maniera appropriata alle esigenze, superando la logica dell’emergenza.

“Per la prima volta con questa legge organica vengono garantite maggiori tutele e prospettive di integrazione per tutti quei bambini e adolescenti che sono particolarmente esposti al rischio di violenze, abusi e sfruttamento, non soltanto nel Paese da cui sono stati costretti a fuggire ma anche durante il viaggio e nei Paesi d’accoglienza qualora non ci fossero misure specifiche di protezione e sostegno. In Italia un passo decisivo nella giusta direzione,” ha dichiarato Stephane Jaquemet, Delegato dell’UNHCR per il Sud Europa.