Cate Blanchett e Ben Stiller tra le star della campagna di solidarietà con i rifugiati dell’UNHCR

Pubblicato il 16 dicembre 2019 alle 15:09

Inizia il primo Global Refugee Forum e la campagna social media di UNHCR chiede a tutti di fare qualcosa per aiutare i rifugiati.

Una nuova campagna lanciata oggi sui social media dall’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, celebra la forza, la resilienza e le competenze che i rifugiati possono portare nelle loro nuove comunità.

La campagna social, lanciata oggi in concomitanza con l’inizio del Global Refugee Forum (GRF), è sostenuta da Ambasciatori di buona volontà, sostenitori di alto profilo, rifugiati attivisti e sindaci di tutto il mondo che condividono le storie positive e le voci dei rifugiati sui loro canali social, costruendo uno slancio di azione e solidarietà. La campagna raccoglie sostegno basandosi sul messaggio chiave che “ognuno ha un ruolo da svolgere” nell’aiutare i rifugiati e sottolinea come tutti noi possiamo aiutare a contrastare la xenofobia, l’intolleranza e la paura e dare ai rifugiati la possibilità di ricostruire il loro futuro.

La campagna prende il via con un potente video a più voci in cui i rifugiati sono affiancati da celebrità e sostenitori per mobilitare il sostegno intorno al messaggio centrale del GRF – che ognuno ha un ruolo da svolgere nell’aiutare i rifugiati. Il video presenta Ambasciatori di buona volontà dell’UNHCR e celebrità come Ben Stiller, Nomzamo Mbatha, Adut Akech, Cate Blanchett, MIYAVI, Jung Woo Sung, Barbara Hendricks, Yusra Mardini, Neil Gaiman, Praya Lundberg, David Morrissey, Mercy Masika, Alfonso Herrera, Mahira Khan, Nitin Sawhney, Maya Ghazal, Gugu Mbatha Raw, Danny Ocean, Riz Ahmed, Raghad Haddad, Amanda Palmer, Benedict Cumberbatch, JJ Bola, Emi Mahmoud, Jesus Vasquez e altri.

Il messaggio centrale del breve video è: “La xenofobia, gli stereotipi negativi e la paura sono in aumento. Tutto intorno a noi. E si fanno sempre più forti. Qualcosa deve cambiare. E’ tempo di guardare i rifugiati in modo diverso, di vedere che i rifugiati, come tutti – se ne hanno la possibilità e l’opportunità – possono raggiungere il loro potenziale, avere un impatto positivo e restituire”.

“Oggi, all’inizio del Global Refugee Forum, ci troviamo in un momento cruciale della storia. L’UNHCR chiede con urgenza un maggiore impegno e sostegno per aiutare ciascun rifugiato – e le comunità in cui vivono – non solo a sopravvivere, ma anche a prosperare”, ha detto Cate Blanchett, Ambasciatrice di buona volontà dell’UNHCR.

“Le comunità stesse ne trarranno beneficio offrendo opportunità ai rifugiati. I leader mondiali si riuniscono questa settimana a Ginevra per rinnovare e riformulare i loro impegni, ma tutti hanno un ruolo da svolgere nel sostenere i rifugiati, affinché possano accedere all’istruzione, al lavoro e a condizioni di vita sicure. Tutti contano, ogni voce, ogni azione – per quanto piccola – può fare la differenza. Tutti noi abbiamo un ruolo positivo da svolgere. Cogliamo questa opportunità”.

La campagna è in corso sulle principali piattaforme di social media. L’UNHCR la sta anche diffondendo attraverso il suo account TikTok @refugees, invitando gli utenti della piattaforma a creare e condividere contenuti come parte della “sfida” dell’hashtag #EveryoneCouneCounts.

Le attivazioni dei social media guidano le persone al nuovo quiz dell’UNHCR, che offre agli utenti l’opportunità di sperimentare alcune delle difficili scelte che i decisori politici devono fare per rispondere alle crisi dei rifugiati. I risultati del quiz assegnano agli utenti con ruolo specifico – ‘attivista’, ‘imprenditore’ o ‘community builder’ – che possono svolgere nel sostenere i rifugiati. Chi parteciperà aI quiz riceverà suggerimenti su azioni concrete da intraprendere e sarà incoraggiato/a a pubblicare i propri risultati sui social media utilizzando un set personalizzato di adesivi GIPHY di Instagram.

“È così stimolante trovare persone da tutto il mondo impegnate, entusiaste e che chiedono impegni e azioni per sostenere i rifugiati e le comunità che li ospitano”, ha detto Dominique Hyde, Direttore delle Relazioni Esterne dell’UNHCR.

“L’UNHCR lavora in tutto il mondo, giorno dopo giorno, per proteggere e assistere i rifugiati. Ma non possiamo farlo da soli. Abbiamo bisogno che tutti facciano la loro parte, agiscano per i rifugiati, si esprimano, sfidino la xenofobia e facciano sentire la loro voce”.

Questa settimana, dal 16 al 18 dicembre, l’UNHCR ospita a Ginevra il Global Refugee Forum (GRF), con l’obiettivo di fare il punto della situazione e generare un aiuto a lungo termine per i rifugiati e le comunità che li ospitano. Più di 70 milioni di persone in tutto il mondo sono state cacciate dalle loro case – 25 milioni di queste sono rifugiate, fuggite oltre i confini internazionali e che pertanto non possono tornare a casa.

Tra i partecipanti vi sono dirigenti governativi e aziendali, la società civile e le ONG. Concentrandosi su istruzione, lavoro, protezione, energia e soluzioni, il Forum riunirà gli attori umanitari e dello sviluppo nel tentativo di aumentare il sostegno per i rifugiati e le comunità ospitanti.

FINE

 

Note per i redattori:

Per maggiori informazioni sul GRF di questa settimana: Global Refugee Forum

Per visualizzare il filmato #EveryoneCounts su diverse piattaforme:

Twitter

Facebook

Instagram – qui o qui

Per maggiori informazioni e per ricevere foto e contenuti video si prega di contattare:

A Londra, Sarah Epstein, epstein@unhcr.org, +44 (0) 75 72 72 60 60 10 10 88

A New York, Kathryn Mahoney, Mahoney@unhcr.org, +1 (347) 443 7646