Dichiarazione dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati Filippo Grandi sulla morte di Kofi Annan, ex Segretario Generale delle Nazioni Unite

Pubblicato il 20 agosto 2018 alle 10:12

L’ex Segretario Generale delle Nazioni Unite e premio Nobel per la pace Kofi Annan durante la visita ad un centro di accoglienza a Mineo in Sicilia.

È con grande tristezza che ho appreso oggi la notizia della scomparsa di Kofi Annan, uno dei principali statisti internazionali e molto amato ex Segretario Generale delle Nazioni Unite.

Annan era un amico di tutti noi all’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Sin dagli anni Ottanta, quando lavorava all’UNHCR qui a Ginevra, fino alla fine dei suoi anni, la sua è sempre stata una voce che nel corso del tempo si è espressa con forza a favore dei rifugiati e di tutte le persone oppresse.

In tutto il mondo le milioni di persone costrette alla fuga a causa di guerre e persecuzioni hanno trovato in lui un sostenitore costante ai livelli internazionali più alti.

Oggi il mio pensiero e la mia preghiera sono con Kofi e la sua famiglia. Il mondo ha perso un grande uomo. Ed io ho perso un caro amico, una guida, un esempio ed un consigliere prezioso. La sua eredità stabilirà il più alto standard morale per tutte le persone che sono impegnate a rendere il nostro mondo più pacifico e umano.

(Dichiarazione rilasciata il 18 agosto)

FINE