L’UNHCR è sgomenta e addolorata per la morte del Sindaco di Gdansk Pawel Adamowicz

Pubblicato il 14 gennaio 2019 alle 21:16

L’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, è profondamente sgomenta e addolorata nell’apprendere che il Sindaco di Gdansk, Pawel Adamowicz, è morto dopo essere stato accoltellato domenica, durante un evento di beneficenza. 

“Il Sindaco Adamowicz era un leader profondamente coraggioso ed etico che ha indicato la strada per aiutare i rifugiati e migranti ad integrarsi”, ha detto Montserrat Feixas Vihe, il Rappresentante Regionale dell’UNHCR per l’Europa centrale. “Ha ricevuto messaggi d’odio per la sua posizione a favore dei rifugiati, ma non ha mai allentato la sua convinzione che l’integrazione – che porta con sé nuovi talenti, nuove capacità, nuovi colori, nuove lingue, e una nuova mentalità – fosse una proposta vincente per tutti nella sua città”. 

Il Sindaco Adamowicz ha lanciato il “Modello di Integrazione degli Immigrati” di Gdansk dopo aver incontrato Papa Francesco nel 2016. Il modello è stato di ispirazione per altre città polacche.

Il nostro pensiero è con la sua famiglia, i suoi amici ed i suoi colleghi.

L’UNHCR era in contatto con Pawel Adamowicz e ha scritto una storia sulla sua solidarietà e quella della sua città con i rifugiati. 

FINE