DICHIARAZIONE CONGIUNTA DI UNHCR E OIM SULLE DISPOSIZIONI PER I RIFUGIATI DEL PRESIDENTE TRUMP

Pubblicato il 28 gennaio 2017 alle 10:27

GINEVRA – I bisogni dei rifugiati e dei migranti in tutto il mondo non sono mai stati così grandi, e il programma di reinsediamento degli Stati Uniti è uno dei più importanti al mondo.

La tradizione politica degli Stati Uniti di accogliere i rifugiati ha creato una situazione di doppio beneficio: ha salvato la vita di alcune delle persone più vulnerabili del mondo, che hanno a loro volta arricchito e rafforzato le loro nuove società. Il contributo che rifugiati e migranti hanno apportato ai paesi che li hanno ospitati in tutto il mondo è stato assolutamente positivo.

Le quote di reinsediamento fornite da ogni paese sono di vitale importanza. L’UNHCR, Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, e l’OIM, Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, auspicano che gli Stati Uniti continuino ad esercitare il loro forte ruolo di leadership e la lunga tradizione di proteggere coloro che fuggono da conflitti e persecuzioni.

Rimane l’impegno di UNHCR ed OIM a lavorare con l’amministrazione degli Stati Uniti per l’obiettivo condiviso di garantire programmi di reinsediamento e di immigrazione sicuri e protetti.

Siamo fermamente convinti che i rifugiati debbano ricevere parità di trattamento in termini di protezione e assistenza, ed opportunità per il reinsediamento, a prescindere dalla loro religione, nazionalità o razza.

Continueremo a impegnarci attivamente e in modo costruttivo con il governo degli Stati Uniti, come abbiamo fatto per decenni, per proteggere coloro che ne hanno più bisogno, e per offrire il nostro sostegno in materia di asilo e ​migrazione.