Enel

Enel, la principale azienda elettrica italiana, è stata la prima nel nostro paese a dare seguito all’appello lanciato dal Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki Moon, nell’ambito del Global Compact dell’ONU, per dare un contributo alla crisi umanitaria di rifugiati in corso.

Il 10 dicembre 2015, con una conferenza stampa a palazzo Chigi, presieduta dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, Enel annuncia la partnership con l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Consapevole dell’importanza dell’istruzione, attraverso la sua onlus Enel Cuore, Enel contribuirà al progetto di istruzione avviato da UNHCR in Siria e garantirà così l’accesso a scuola di oltre 20.000 bambini rifugiati e sfollati interni attraverso la costruzione ed il recupero di edifici scolastici, la formazione di insegnanti, borse di studio, l’attivazione di percorsi di orientamento e di corsi per  il recupero degli anni scolastici persi a causa del conflitto.

 

Enel_Declinazione_Nuovo_Logo_Cuore_Nero_CMYK