IKEA

La Fondazione IKEA è il principale partner privato dell’UNHCR al livello mondiale. Partita nel 2010 con una donazione di beni materiali, la collaborazione è proseguita l’anno successivo con l’impegno da parte della Fondazione a fornire a UNHCR un sostegno economico di 46,9 milioni di euro in tre anni – poi ulteriormente cresciuto fino a raggiungere i 73 milioni di euro – fondi utili, tra le altre cose, a finanziare il lavoro di UNCHR a favore dei bambini che vivono nei campi rifugiati e nelle comunità circostanti in Etiopia, Sudan e Bangladesh.

IKEA sostiene UNHCR anche nella ricerca finalizzata all’introduzione di soluzioni innovative per migliorare gli alloggi e l’illuminazione nei campi rifugiati, mettendo inoltre a disposizione dell’Agenzia le sue competenze logistiche al fine di gestire in modo più efficiente gli interventi nelle situazioni di emergenza. Inoltre, la fondazione IKEA ha finanziato lo sviluppo della Innovation Unit dell’Agenzia, il cui ruolo è lo sviluppo sia di soluzioni innovative di design per alloggi più confortevoli che di forme di illuminazione sostenibili e l’uso di energie rinnovabili.

Nel biennio 2014-2015, grazie al contributo dei clienti e dei dipendenti IKEA in oltre 300 negozi in 40 Paesi, la campagna “Diamo più luce alla vita dei rifugiati” ha avuto uno straordinario successo.

Nel 2014, IKEA Foundation ha donato a UNHCR 1 euro per ogni prodotto a LED venduto nei negozi IKEA fino al 29 marzo. I fondi raccolti attraverso la campagna hanno contribuito a fornire ai campi gestiti dall’UNHCR in Etiopia, Ciad, Bangladesh e Giordania lampioni ad energia solare, lampade solari per interni e altre tecnologie alimentate con energia rinnovabile, ad esempio cucine a elevata efficienza energetica.

La stessa iniziativa si è svolta dal 29 novembre al 19 dicembre 2015, per una donazione complessiva di 12,4 milioni di euro. I fondi consentiranno di portare energia rinnovabile, lampioni e lampade nei campi rifugiati in Asia, Africa e Medio Oriente.

 

LOGO_IKEA_FOUNDATION_small