UNIPOL

Il gruppo Unipol, tra le maggiori compagnie assicurative italiane, ha deciso di impegnarsi con l’UNHCR per garantire interventi ospedalieri salvavita – compresi parti naturali o cesarei – ai rifugiati siriani in Libano, Paese con la più alta concentrazione di rifugiati pro capite al mondo. L’UNHCR ha avviato in Libano un progetto di assistenza medica che, soltanto nel 2015, ha garantito servizi ospedalieri di emergenza ad oltre 58 mila persone.

L’impegno di Unipol avrà durata biennale e prevede una significativa donazione che servirà a coprire il 75% – o il  90% nei casi più vulnerabili – dei costi di ospedalizzazione dei rifugiati e dei trattamenti erogati attraverso una rete ospedaliera. Oltre all’importante supporto finanziario la compagnia si è impegnata a promuovere iniziative di sensibilizzazione rivolte a dipendenti, collaboratori e clienti che potranno contribuire al programma di assistenza sanitaria attraverso una donazione in forma volontaria.